B part of my family: Rio e il poliamore

Quando abbiamo aperto la sezione Bfamily del nostro blog ci siamo chiesti quale fosse la nostra visione di “famiglia”. Cosa vuol dire per noi “famiglia”? Dopo pochi secondi è stato subito chiaro che per noi voleva dire soprattutto volersi bene. Scegliersi, stare insieme, condividere la vita nel modo che ognuno ritiene migliore per se stesso Continua …

Three(some) is megl’ che two…? Istruzioni per l’uso

La premessa che mi sento spinto a fare (a forza, dalla canna della pistola che vedo alla tempia) è che IO NON HO MAI PROVATO, EH!!!! Quelle che seguono sono tutte congetture puramente teoriche pour parler; un po’ come quando… “ex??? Quale ex??? Tu non hai mai avuto ex!!!” Avviso ai lettori: nel pezzo che Continua …

Pregi e difetti

Tempo fa ho letto l’articolo di Zachary Zane “Bisexuals Are Plagued by Stereotypes” che voleva, con le migliori intenzioni, liberarsi del buonismo imperante. Quando si parla di supporto verso la comunità bisessuale, infatti, noi attivisti (virtuali e non) tendiamo a cogliere le mele buone e gettare le marce. Per difenderci dagli stereotipi che ci appioppano, Continua …

Whose side are you on?

“In genere i bisessuali sono più simpatici”, mi dice Silvia… “Beh, GRAZIEEE!!!”, dico io, “anche se non vale perché sei di parte <3 <3 <3” (Francesca assiste alle chiacchiere in chat). In realtà, se ascolto la vocina dei miei genitori in sottofondo non posso credere che sia vero: mi hanno inculcato tanto tempo fa: “NON DEVI Continua …

Il discorso di Sara Ramirez alla Equality March 2017

Come molti di voi sapranno, Sara Ramirez – famosa per avere interpretato il personaggio di Calliope Torres in Grey’s Anatomy – l’anno scorso ha fatto coming out come bisessuale. Da allora si impegna costantemente per dare voce alle “minoranze nelle minoranze”, ovvero ai gruppi della comunità LGBT+ che finora sono rimasti più nell’ombra. Ieri, in Continua …

I found my love in San Junipero

Prima di iniziare questo articolo, devo fare una premessa: non mi piace la fantascienza. Di solito la trovo noiosa, non credibile e ancor meno coinvolgente a livello emotivo, per un motivo molto semplice: non riesco a identificarmi, quindi per quanto possa trovare alcune idee stimolanti, non riesco ad appassionarmi alla trama e ai personaggi. Insomma, Continua …

Le mie domande: la storia di E.

Vorrei qui di seguito raccontare la mia storia, perché non ho davvero nessuno con cui potrei parlarne e sfogarmi. Ho 22 anni, convivo con il mio ragazzo da quando ne ho 20.. strano a dirsi, ma, all’inizio della nostra conoscenza, gli ho confessato che avevo la curiosità di provare sesso a 3: io, lui e Continua …