To B or not to B

“Perché ascoltare la voce di un bisessuale ultraquarantenne che per giunta scrive sotto pseudonimo?

Perché vi sono molti bisessuali orgogliosi di esserlo o spavaldamente fieri, limpidamente allo scoperto, pacificamente sereni o inverecondamente esibizionisti.

Ma anche bisessuali totalmente confusi o terribilmente spaventati, timidamente timorosi, ancora del tutto celati o catatonicamente disperati, cupamente ossessionati, tristemente abusati… e molti altri…

Ed io sono, o sono stato, ognuno di loro.”

In queste poche righe si riconosce lo stile di Leonardo, la sua ironia e la sua capacità di cogliere sempre il punto della situazione.

Questa pagina è dedicata a lui e ai suoi racconti.

Buona lettura a tutt*

Le bugie che (non) ho detto

Whose side are you on?

Autoreferenzialità

L’arcobaleno VERO non è una bandiera

Da un grande potere viene una grande responsaBIlità

Ti piacciono più i cani o i gatti?

TBONTB

Closet vs privacy – seconda parte

Closet vs privacy – prima parte

Esercizio di stile

Non ti manca mai?

Una bella collezione: la storia di Leo – Seconda parte

Una bella collezione: la storia di Leo – Prima parte

 

 

Condivi il post